COLLABORATORI

Rocco Marchi. (Verona, 1977) è un polistrumentista, arrangiatore e compositore. Negli ultimi vent’anni si è dedicato principalmente alla forma canzone, esplorando i suoi limiti con la psichedelia e il rock in opposition (con i Mariposa), le sue origini folk (L’Orchestrina di Molto Agevole), la relazione tra canto popolare e canzone d’autore (collaborando con Alessio Lega, l’Istituto Ernesto De Martino, il Club Tenco), l'”invenzione della tradizione” dell’exotica (con gli Hobocombo). E’ fondatore dell’etichetta Trovarobato e dello studio Obst und Gemüse.

SCOPRI DI PIU’
pagina facebook

 

Foto di Aurora Zatti

Rocco Rosignoli. Cantautore, polistrumentista e arrangiatore, Rosignoli ha al suo attivo quattro dischi solisti e numerose collaborazioni. Accanto a un’attività solista incessante, accompagna dal vivo Lee Colbert, cantante della Moni Ovadia Stage Orkestra; ha inciso chitarre, violino, mandolino e bouzouki nell’ultimo album del cantautore Alessio Lega (già Targa Tengo 2004), che accompagna anche dal vivo; ha inciso chitarre, bouzouki e mandolini nell’album Reshimu (2008) del maestro Riccardo Joshua Moretti; ha suonato violino, mandolino e chitarra nel gruppo folk Mè, Pèk & Barba; ha composto ed eseguito le colonne sonore di diversi spettacoli teatrali e documentari; da settembre 2016 dirige il Coro dei Malfattori di Parma. Insegna chitarra e ukulele presso la scuola Musicanto di Parma; ha svolto numerosi laboratori di musica e di teatro-canzone rivolti a bambini e adolescenti, e numerose lezioni-concerto dedicate a cantautori celebri o al canto di ambito popolare, di lotta, di lavoro, di protesta.

SCOPRI DI PIU’
sito web
pagina facebook

Luigi Martinelli. Nato e cresciuto a Parma, Luigi ha sempre dimostrato interesse per la musica, in ogni sua forma e manifestazione. A otto anni, infatti, inizia lo studio del violino come privatista e continua per altri otto anni, fino alla scoperta dell’irish folk. Da questa “epifania” nascono gli Old Goats, trio tutt’oggi in attività.
Il fortuito incontro con Francesco Pelosi, poi, ha portato Martinelli alla scoperta di generi popolari precedentemente da lui poco conosciuti, alimentando così il suo interesse e il suo entusiasmo, fino all’inevitabile nascita degli STAOUT (assieme a Nicolas Furlan, con cui suona anche nei P.O.G. e nei Black Cat & The White Rabbits), un progetto di musica popolare che avvicina le più svariate tradizioni europee e non solo, prefiggendosi di onorare un passato artistico, tanto diverso da quello odierno quanto ricco di storie memorabili.
Oggi Luigi porta avanti i suoi progetti, continuando ad ampliare i suoi orizzonti, avendo spesso la possibilità e la volontà di aggregarsi a musicisti sempre diversi e pronti ad offrire la loro esperienza.

SCOPRI DI PIU’
Old Goats
P.O.G.
Black Cat & The White Rabbits

Nicolas Furlan. Nato nel 1993 a Parma, alla tenera età di sei anni Nicolas inizia a suonare e studiare chitarra. Dopo svariati anni di studio privato di chitarra classica, rivolge la sua attenzione verso la chitarra elettrica e lo studio della musica blues e jazz. Dal 2008 fa parte degli Old Goats, un progetto che esplora la tradizione musicale irlandese, insieme ad Alberto Bonici (banjo) e Luigi Martinelli (violino).
Un incontro fortunato con Francesco Pelosi e Luigi Martinelli dà vita al gruppo Staout.
Dal 2016, invece, la sua esperienza musicale prende una piega diversa: nascono infatti i P.O.G., gruppo hardcore punk di ispirazione “world”. Accompagnato dai già citati Alberto e Luigi, e Federico Avarello (batteria), la band si dedica anche a mantenere viva la tradizione dialettale parmigiana.
Infine, dal 2017 Furlan “presta” la sua chitarra al gruppo coutry rock Black Cat & The White Rabbits.

SCOPRI DI PIU’
Old Goats
P.O.G.
Black Cat & The White Rabbits

Andrea Peracchi. Da anni lavora nel verso, scritto e detto. Il suo errore di prospettiva è quello di credere la poesia come un bene durevole e divinamente inutile. Necessario dunque. E’ in questo spazio votato all’arsura e all’incuria che si riconosce. Questo è il suo mestiere e a esso è votato. Non ha scelta. Il suo lavoro d’attore è un pretesto, uno scarto, una scusa per far cadere in scena qualche cosa di straniero, qualche verso.
Qualche sua silloge poetica è stata pubblicata in riviste e antologie da MUP Editore e nel 2015 è nato Cronache dal nulla, raccolta di poesie edite presso ATELIER 65. Ha collaborato come autore e voce narrante con la Compagnia di teatro d’animazione Coppelia Thetare.
I suoi lavori più recenti in teatro sono: 
Da Bach a Bacco, performance poetico-musicale assieme al violoncellista e compositore Antonio Amadei; Concerto in poesia con il chitarrista compositore Francesco Morittu e il soprano Natalia Bocco. Prometeo Mancato è un monologo scritto, diretto e interpretato dallo stesso. Metamorfosi (elegia per donne randagie) da Ovidio, è uno spettacolo scritto e diretto dall’attrice e regista Ilaria Drago e la danzatrice Alessandra Cristiani.
Lavora presso la
Compagnia Ilaria Drago.

SCOPRI DI PIU’
pagina facebook
Compagnia Ilaria Drago

 

Riccardo Vaia (San Secondo P.se, 1967) e Cristina Pizzamiglio (Asola, 1996). Fondano insieme con Andrea Piazza (Parma, 1969) la casa di produzione audiovisiva Ludione della Lampada Productions (2015) con all’attivo numerosi film e videoclip. Impegnata nella cinematografia digitale, Ludione della lampada Productions, abbraccia un’estetica psichedelica e sperimentale, ricercando un concetto di immagine ‘densa’ e ‘rastremata’ ad un tempo, in cui la ‘latitudine’ delle moderne cinema camera si coniuga con una nuova idea di sperimentazione (narrativa e visiva), allo scopo di oltrepassare le pastoie e le mode dell’anacronistica e prezzolata retroguardia.

Riccardo Vaia nasce a S. Secondo P.se nel 1967. Si laurea in Lettere a Bologna e insegna in un Liceo d’Arte. Scrittore, giornalista, artista visivo, musicista, filmmaker, fonda e/o collabora negli anni a numerosi progetti: Marat, sadoMarta, Ludione della Lampada Productions. Ha all’attivo anche mostre, scritti, libri e saggi vari, apparsi in svariate pubblicazioni.  Dal 2013 lavora soprattutto nel campo del cinema digitale. Dal 2015 forma con Cristina Pizzamiglio un sodalizio artistico ed esistenziale.

 

 

 

 

 

Cristina Pizzamiglio nasce ad Asola nel 1996. Si diploma al Liceo d’Arte nell’indirizzo Audiovisivi e Multimediale e attualmente frequenta Scienze della Comunicazione a Bologna. Lavora come fotografa e videomaker in vari ambiti: dalla moda al reportage. Nel 2015 fonda insieme con Riccardo Vaia e Andrea Piazza la Ludione della Lampada Productions.

SCOPRI DI PIU’
Riccardo Vaia
Cristina Pizzamiglio
Ludione della Lampada